Articoli marcati con tag ‘economia’

Mi tengo quel Profumo.

Vorrei capire:

Unicredit presenta un piano di ricapitalizzazione da 6,6 miliardi (fra l’altro obbligando gli azionisti a rinunciare ai dividendi, sostituiti da nuove azioni); Sono state sottovalutate le condizioni di mercato Sono stati acquisiti concorrenti al loro massimo, quando sarebbe stato più saggio aspettare.

Queste alcune delle dichiarazioni di Alessandro Profumo, AD di Unicredit il quale, visti i prezzi di saldo, si è comprato un po’ di azioni della suddetta.

Oltre ad essere un’operazione che potrebbe dare adito a qualche speculazione, ma come si fa a riconfermare la fiducia in un manager così?

Il ritorno di Topo Gigio!

Quando ero bimbo lo Zecchino d’Oro era un appuntamento. Con il mago Zurlì, Mariele Ventre (mai dimenticata) del coro del Piccolo Antoniano e, ovviamente, Topo Gigio.

“Ma cosa mi dici, cosa mi dici mai”, famosa frase del suddetto topo la dovremmo oggi rivolgere al suo alter-ego: Josè Luis Rodrìguez Zapatero. Il quale punta sul “celodurismo“, che credevo fosse un’esclusiva di Bossi.

Comunque il nostro si bulla, come si può vedere nell’articolo, dei successi della Spagna. Dando atto del fatto che la Spagna ha vissuto 10 anni di crescita economica, il nostro dovrebbe ricordare solo un paio di cose:

  1. E’ in carica da 4 anni dopo l’epoca Aznar, il cui governo è stato l’artefice della riduzione, fra le altre cose, della disoccupazione e del debito pubblico
  2. Il crollo del mercato immobiliare, vero motore della crescita economica, che rappresenta più del 10% del PIL
  3. L’inflazione a luglio al 5,3% (era prevista al 2,7%)

Nell’attesa dell’implosione, se non verranno adottate misure per correggere l’attuale andamento (e, per favore, non il piano di incentivare gli stranieri a lasciare la Spagna), consiglierei di rivolgersi al suo amico mago Zurlì.

Il mistero del tasso (di cambio)

Non sono forte i matematica, non lo sono mai stato. Come non ho mai capito molto di economia.

Però metto a confronto queste due notizie che parlano della presentazione del nuovo Iphone di Apple e l’annuncio delle “offerte” da parte di Vodafone.

Dunque: in america la versione da 8gb è stata annunciata a $ 199,00, mentre quella a 16Gb a $ 299,00. Vodafone rispettivamente a € 499,00 ed € 569,00.

Come premesso, non sono un mostro in matematica ma, anche considerando importazione, dazi, IVA, trasporto, guadagno ecc. (tenendo anche in conto che Vodafone sicuramente non paga il prezzo di vendita al pubblico), non sembra di essere un po’ presi per il culo?