Il ricatto a Marrazzo

Dopo questa notizia, attendo con ansia le 10 domande di D’Avanzo su Repubblica.  Si dirà che Marrazzo non è il Presidente del Consiglio, ma pure lui ricopre una carica pubblica di un certo rilievoe quindi ritengo meriti altrettanta attenzione.

Tuttavia, quello che fa pensare, anche in questo caso, è la modalità. La cocaina, la presenza di un telefonino che registra le immagini, l’irruzione dei presunti Carabinieri…insomma una serie di elementi a dir poco sospetti. E si riapre la discussione sulla privacy, sui diritti di una persona che ricopra una carica pubblica. E se in questo caso l’intimidazione è palese ed il ricatto pure, troppe sono le analogie con la vicenda che ha colpito il Presidente del Consiglio.

Ma in questo caso, essendo un politico in quota all’opposizione, Repubblica che dirà?