New Totò.

Povero Walter. Non deve essere un periodo molto felice.
Ha perso l’elezioni, il comune di Roma (lasciando qualche debituccio qua e là, ma lui non si scusa, anzi, dice che non accetta lezioni da nessuno!), e le amministrative in Sicilia.
Dopo si presenta alla costituente del PD e, su 2800 delegati attesi, se ne presentano si e no 800. Si sospetta un intervento dei Dalemiani ma…chi può dirlo.
Infine, come se tutto ciò non bastasse, incassa pure gli schiaffi da Parisi! Cito: “Veltroni sembra Totò quando lo schiaffeggiano: pensa che le sberle degli elettori siano per Prodi”. Manca solo Castagnetti all’appello….

Ma lui che fa??? Vuole mobilitare le piazze, organizzare grandi manifestazioni popolari per l’autunno.
E questo sarebbe il riformismo? Il partito moderno che non guarda al passato?
Adesso mi aspetto un classico “sarà un autunno caldo” per raschiare il fondo del post-……….(completare a piacere).

A  proposito di tutto questo, consiglio di ascoltare una breve ma interessante intervista a Giampaolo Pansa a La Zanzara di Giuseppe Cruciani del 20 giugno 2008 su Radio 24.

Si dedicasse il Nostro definitivamente al cinema?

Ma anche no!