Il Gossip di Repubblica e Unità

Repubblica, da giorni, cerca le risposte a 10 domande che ha posto al premier sui suoi rapporti con la famiglia Letizia ed il pedante e noioso D’Avanzo si trasferisce a Napoli per cercare chissà quali verità. Fra l’altro intervista l’ex di Noemi, pregiudicato, che parla a pagamento.

Ma se a uno qualunque di noi venissero poste le famose 10 domande che cosa legittimamente potremmo rispondere? Vero è che si sta parlando del Presidente del Consiglio che però, anche lui, ha diritto come qualsiasi cittadino ad intrattenere rapporti personali e privati con chiunque senza dover rendere conto a nessuno. Qualche tempo fa il caso Sircana suscitò un vespaio e venne messo a tacere rapidamente, con ,anche in quel caso, il sequestro di alcune foto che avrebbero ritratto il suddetto Sircana intrattenere rapporti con travestiti. Bisogna quindi mettersi d’accordo: per i politici vale il diritto alla privacy? E se si, vale solo per gli esponenti del centro sinistra?

L’Unità da parte sua, cita nella sua home page il Financial Times:

E’grave; sorprendente che Berlusconi non sia stato giudicato il peggior amministratore dal 1945. L’Italia sarà l’unico paese eurozona con 3 anni consecutivi di recessione. Noemi o non Noemi, è questo il vero peccato di Berlusconi.

A questa fulminante affermazione, ripresa da un articolo di Barber sul suddetto FT, risponde con un articolo il Giornale che ne segnala le fonti. Inoltre, sull’affaire delle foto sequestrate al fotografo Zappadu che ritraggono momenti privati della vita del premier e dei suoi ospiti, lo stesso fotografo fa questa allarmante e scandalosa rivelazione:  “Diverse ospiti in topless“. Accidenti! Mi vensisse un colpo! Che scandalo! Infatti girando per qualsiasi spiaggia italiana si vedo solo donne con il burqa. Mai a nessuna sulle spiagge della Versilia, a Rimini, Riccione o addirittura nella politically correct Capalbio verrebbe mai in mente di scoprire il seno.

Ecco come sono ridotti due dei quotidiani di sinistra: per arginare l’emorragia di lettori si devono affidare al gossip. Un suggerimeto: perchè non chiedono ad alfonso Signorini di allegare Repubblica ed Unità rispettivamente a Chi e a Sorrisi e Canzoni?

P.s.: non ha a che vedere con quanto scritto sopra ma sono capitato per caso su questo  articolo de l’Unità. A parte l’aria fritta dell’articolo firmato da Osea Giuntella, non si può assolutamente perdere quanto scritto nei commenti dei lettori da tale Rita!