Chi semina odio….

Nel vasto panorama dei giornalisti (presunti o che si credono tali) una menziona particolare va al quasi geografo Daniele Martinelli  , che cura un blog da dove lancia le sue invettive, prevalentemente contro il Cavaliere.

Il Daniele rappresente la pubblica accusa, la giuria, il giudice e, se potesse, anche il boia. Pertanto, senza uno straccio di prova, nei suoi video caserecci, ricostruisce, inventa, propaganda; insomma scimmiotta un po’ Travaglio e Grillo, guadagnando probabilmente un po’ di meno.

I suoi video sono un vero spasso. E lo dico sul serio. La sua ricostruzione del caso Spatuzza è da manuale, senza poi parlare della difesa di Massimo Tartaglia.

Il Danilele è l’esempio vivente di quella parte politica invidiosa, rancorosa, triste e perdente. E’ l’emblema della dietrologia d’antan, della ricostruzione alambiccata e di fantasia, delle BR che in fondo non erano BR ma compagni che sbagliano, ‘tanto per intenderci.

E’ comunque quello che gode che a Berlusconi sia arrivata in faccia una statuetta ma non può dirlo. Non può dirlo perchè, ricordiamoci sempre, la sinistra è pacifista, democratica e soprattutto non violenta.

Una nota: nel video in difesa (ops, volevo dire solidarietà) a Tartaglia c’è un bellissimo passo sulle “vittime” del G8 di Genova. Le vittime che hanno devastato la mia città. Ma dimenticavo: pacifiste, democratiche e soprattutto non violente