L’Italia dei miracolati

Non so quanto pesino sulle casse dello stato ma quello che mi fa veramente incazzare è la presa per il culo.

La notizia è questa: una donna che percepisce una pensione di invalidità (a scapito forse di altri che ne hanno veramente bisogno) e viene filmata mentre va in bici ed esercita la sua professione di parrucchiera. A proposito….risultava essere cieca.L’articolo avrebbe alcuni risvolti comici se la tizia in questione non avesse truffato 43mila euro fra pensione ed indennità, ai quali vanno sommati 15mila euro dichiarati al fisco per la sua attività di parrucchiera. Noi tutti abbiamo amiche, zie, mogli, amanti che vanno dal parrucchiere. Ammetto che i prezzi a Ravenna non siano quelli di Milano. Ma, fatti i due conti della serva, mi sembra che anche il reddito dichiarato non sia tanto congruo. Vorrebbe più o meno dire che ha incassato circa 60 euro per giorno lavorativo. Mi sembra un po’ pochino.

Ma detto tutto questo mi sembra che manchi qualcosa. Ma i medici che hanno certificato la cecità della tipa non avnno radiati a vita e condannati al pagamento dei danni nei confronti dello Stato (ovvero nostri)?

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2011/10/14/visualizza_new.html_672392026.html