Forse è ora di dire basta

Oggi in un parcheggio di un centro commerciale, un idiota al volante con telefonino all’orecchio di serie non rispetta uno stop mentre sto arrivando. Inchiodo, gli suono e l’idiota mi guarda con sguardo vacuo ed assente, non smette di telefonare e non accenna nemmeno ad un gesto di scusa Sembra quasi anche un po’ infastidito.

E’ vero, non è successo niente, ma episodi come questo ne capitano tutti i giorni.

Poi leggi articoli come questo e ti rendi conto che al posto della povera Roberta di 29 anni potevi esserci tu, un tuo partente, un amico. Quello che più sconcerta è che Alessandro Mega (al mega si possono aggiungere molteplici  epiteti) di 29 anni, una volta stabilito che si trovava sotto l’effetto di cannabis e valium,  e soprattutto di guidare senza patente, viene arrestato con l’accusa di omicidio colposo. Spiace che si sia solo fatto male alle gambe.

Si sa come andrà a finire, perchè di precedenti ce ne sono a sufficienza. Verrà rilasciato subito e, una volta processato, condannato a due forse tre anni di galera, non scontandone neanche un giorno.

Questa è giustizia?