Come “da vigile” aggiro il controllo

Roberto Miglio e Danilo Zucchet. Due nomi, due genî da ricordare. Per sapere chi sono basta leggere quest’articolo da “Il Giornale”.

Attendo adesso con ansia un libello che mi spieghi (chessò) come posteggiare in seconda fila e farla franca, entrare nella ZTL senza essere visti, vendere merce contraffatta senza licenza (beh, questo già succede e senza bisogno di istruzioni). Insomma, tutti quegli accorgimenti che ci permettano di aggirare leggi e regolamenti.

Nell’attesa, fa senz’altro piacere vedere che due rappresentanti dell’ordine pubblico, invitino altri lavoratori da agire “da furbi”. Quale moralità e serietà ci si può aspettare da questi campioni?

Forse è ora che il sindacato si interroghi sul ruolo che dovrebbe avere in una società moderna.