Arrestiamo il Diesel

L'Organizzazione Mondiale della Sanità riclassifica la pericolosità delle emissioni Diesel. Se vi era un sospetto di favorire la nascita di tumori al polmone ed alla vescica, da recenti studi, sembra esserne dimostrata la certezza.

Le persone più esposte sono quell che per motivi di lavoro sono esposte per un periodo costante e prolungato alle emissioni dannose.

Se così fosse, dicono gli esperti, le case automobilistiche dovranno adottare sistemi affinché le sostanze giudicate pericolose vengano in qualche modo eliminate.

Questa in sostanza la notizia. Un allarme che si somma a centinaia di altri a tutela della salute pubblica, un invito a cercare una soluzione. Punto.

Ma noi siamo in Italia ed abbiamo il Codacons, associazione dei consumatori, che si sente in dovere di ergersi a paladino non richiesto dell'umanità e chiede alla procura di sequestrare tutti i veicoli alimentati a diesel.

Ora, da possessore di auto alimentata a diesel, chiedo a Marco Maria Donzelli, presidente Codacons: me la compri tu un'auto nuova, possibilmente ibrida, a basso impatto ambientale e sobriamente democratica?