Ci mancava il nuovo Genio.

Il calcio mi ha annoiato.
Gli allenatori mi hanno annoiato, i calciatori, i portaborse, i presidenti ed i massaggiatori

Ma la categoria di tutto il circo che meno sopporto sono i giornalisti “sportivi” (non a caso fra virgolette) e i vari commentatori, opinionisti, esperti. Ex campioni che pontificano accompagnati da ex veline, foraggiati dal denaro del circo (e anche nostro se parliamo di RAI).

Cade pertanto a fagiolo questo articolo che trovo sul Corriere. Ha ragione Grasso. Ho sentito l’intervista del dopo partita e tutti, dico TUTTI, i cronisti si sono fatti prendere beatamente per il culo dal Profeta! Che fra l’altro (cito un altro articolo del Corriere) ha pure la spocchia di rispondere così:

Indicando un giornalista lo ha apostrofato: «Perché non vieni a scrivere ora la tua formazione sulla lavagna? Prima della partita. Magari lui è un giornalista frustrato, sono sicuro che sarà una bella soddisfazione». «Lo faccio se mi dà parte dei suoi 9 milioni di ingaggio» ha replicato il cronista, subito rettificato da Mourinho: «Non sono 9, ma 11 e con gli sponsor arrivo a 14».

A me non frega niente quanto guadagni il Sig Mourinho e non sono uno di quelli che porta a paragone il povero metalmeccanico della FIAT che guadagna 1.000 euro al mese. Il paragone non regge, è questione di mercato e di sapersi vendere, di crearsi un’immagine.  E Mourinho c’è riuscito alla grande.
Però se credeva di essere spiritoso, non credo ci sia riuscito molto. E’ una questione di rispetto e di educazione, probabilmente a lui estranea.

Ma  nonostante tutto questo, la domanda rimane lo stesso. Ma chi cazzo sei?